Teoria dei colori

Teoria sottrattiva dei colori secondari

Questo video spiega la teoria sottrattiva dei colori.

Il colore digitale

Sito internet di Mauro Boscarol (Professionista del colore digitale)

Isaac Newton

Sir Isaac Newton (Woolsthorpe-by-Colsterworth, 25 dicembre 1642 – Londra, 20 marzo 1727[1]) è stato un matematico, fisico, filosofo naturale ed alchimista inglese.

Citato anche come Isacco Newton, è considerato una delle più grandi menti di tutti i tempi. Fu Presidente della Royal Society.

Universalmente noto soprattutto per il suo contributo alla meccanica classica — è noto agli scolari di tutto il mondo l'aneddoto di "Newton e la mela" — Isaac Newton contribuì in maniera fondamentale a più di una branca del sapere. Pubblicò i Philosophiae Naturalis Principia Mathematica nel 1687, nella quale descrisse la legge di gravitazione universale e, attraverso le sue leggi del moto, creò i fondamenti per la meccanica classica. Newton inoltre condivise con Gottfried Wilhelm Leibniz la paternità dello sviluppo del calcolo differenziale o infinitesimale.

Newton fu il primo a dimostrare che le leggi della natura governano il movimento della Terra e degli altri corpi celesti. Egli contribuì alla Rivoluzione scientifica e al progresso della teoria eliocentrica. A Newton si deve anche la sistematizzazione matematica delle leggi di Keplero sul movimento dei pianeti. Oltre a dedurle matematicamente dalla soluzione del problema della dinamica applicata alla Forza di gravità (problema dei due corpi) ovvero dalle omonime equazioni di Newton, egli generalizzò queste leggi intuendo che le orbite (come quelle delle comete) potevano essere non solo ellittiche, ma anche iperboliche e paraboliche.

Newton fu il primo a dimostrare che la luce bianca è composta dalla somma (in frequenza) di tutti gli altri colori. Egli, infine, avanzò l'ipotesi che la luce fosse composta da particelle da cui nacque la teoria corpuscolare della luce in contrapposizione ai sostenitori della teoria ondulatoria della luce, patrocinata dall'astronomo olandese Christiaan Huygens e dall'inglese Young e corroborata alla fine dell'800 dai lavori di Maxwell e Hertz. La tesi di Newton trovò invece conferme, circa due secoli dopo, con l'intuizione del "quanto d'azione" di Max Planck e i lavori di Einstein sull'interpretazione dell'effetto fotoelettrico e la conseguente introduzione del quanto di radiazione elettromagnetica, il fotone.

(Testo da Wikipedia)

Link al sito che spiega la Teoria dei colori di Newton.

Johann Wolfgang von Goeth

Johann Wolfgang von Goethe il grande scrittore e poeta tedesco, è stato un gigante della letteratura tedesca e mondiale ma è noto anche per le sue ricerche nel campo della morfologia botanica e anatomica, basate sull’idea della natura unica e indivisibile. Una concezione idealistica che applicò ad alcune indagini, la scoperta dell’osso intermascellare nell’uomo, la teoria vertebrale del cranio, la metamorfosi delle piante e infine la Farbenlehre, la teoria dei colori.

Link al sito

Johannes Itten

Johannes Itten (Suedernlinden, 11 novembre 1888 – Zurigo, 27 maggio 1967) è stato un pittore, designer e scrittore svizzero che fece parte della scuola del Bauhaus, ricordato come teorico del colore.

In questa pagina troverete materiale su Itten, sull'arte e tanti altri teorici.

Munsell (Solido di)

A partire dal 1898 il pittore americano Albert Henry Munsell (1858-1918) ha sviluppato materialmente un siste­ma tridimensionale di ordinamento dei colori (in modo super­ficie) basato sulla apparenza, cioè sugli attributi percettivi di chiarezza, tinta e croma.

Link al sito "La visione del colore"

Bebi Spina

Odontotecnico e artista che si è occupato della teoria dei colori "Sistema sottrattivo del colore" applicato alle protesi dentarie in ceramica. Da lungo tempo ha lasciato il lavoro da odontotecnico per quello artistico.

Link al libro